Una strada per diminuire l’inquinamento

CAPANNORI - Un gruppo di cittadini chiede la riqualificazione di una strada che potrebbe consentire di abbreviare il tragitto dei mezzi pesanti che ogni giorni si spostano tra il casello del Frizzone e viale Europa.

-

Meno traffico, meno inquinamento e più sicurezza. Questo, secondo un gruppo di residenti sulla via Romana Ovest è ciò che si otterrebbe introducendo in via Pieraccini il doppio senso di marcia e adeguandola per consentire il transito dei mezzi pesanti. Via Pieraccini è la bretellina che collega direttamente via Ernesto Rossi alla rotatoria del Frizzone. Però è percorribile solo in un senso di marcia ed è vietata ai camion. Con il risultato, spiegano i residenti, che gran parte del traffico tra l’autostrada e viale Europa è costretto ad allungare il tragitto di circa un chilometro e a percorrere il tratto di via Romana tra il Frizzone e Porcari, dove si affacciano le case di una ventina di famiglie. Provocando inquinamento atmosferico ed acustico, vibrazioni che danneggiano le case (a causa del manto stradale sconnesso) e tutti i pericoli derivanti dal passaggio dei camion.
I residenti, muniti di carta e penna, hanno anche verificato in giorni e orari diversi quanto è transitato il tratto di Romana tra Frizzone e rotonda di Porcari. La media è di oltre 3mila camion e 7mila auto nel corso di 24 ore. Con una stima di 2000 litri di carburante inutilmente bruciati ogni giorno in quel chilometro in più.
I cittadini chiedono al Comune di Capannori di aprire completamente al traffico via Pieraccini e fermare quella che considerano una fonte di inquinamento evitabile. Ma forse servirebbe un’intesa che coinvolgesse anche Porcari, Comune comunque coinvolto da questo flusso di traffico.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento