Che brutto Bama, Bottegone ringrazia

BASKET DNC - La squadra altopascese di coach Pistolesi gioca una pessima partita ed incassa una secca sconfitta (61-85) che rimette tutto in discussione. La semifinalista uscira’ dalla gara-3 di domenica (ore 18) a Pistoia.

-

10_5_13__bama.jpg

C’é modo e modo di perdere ed il Bama, come da tradizione, sceglie tra le mura casalinghe quello peggiore, instillando il dubbio nel numeroso pubblico presente se valga la pena perdersi una serata rilassante davanti alla tv per assistere ad un match del genere. Altopascesi sovrastati in tutto e per tutto da un Bottegone con le spalle al muro, che ha reagito da grande squadra. Bama invece confusionario, lento e pasticcione in attacco con circolazione di palla zero, attacchi al ferro rarissimi e canestri segnati frutto dell’improvvisazione e non di giochi lineari e ben eseguiti. Fattore questo ormai endemico degli altopascesi, però mascherato benissimo a Pistoia da una difesa superlativa, reparto invece a dir poco imbarazzante in questa gara 2. I ragazzi di Bassi invece si sono procurati moltissimi tiri aperti attaccando il ferro e scaricando per l’uomo libero, cosa che invece é latitata sulla sponda di via Marconi. Di contro hanno aggredito, a differenza di gara 1, gli altopascesi forzando tutti i blocchi e non consentendo passaggi facili. Rimangono in partita per 16′ i ragazzi di Pistolesi quando una tripla di Rath sancisce il 25-28. Da lì in poi c’è una sola squadra in campo che allunga all’intervallo (26-40) per poi dominare nella ripresa nei confronti di un Bama letteralmente senza capo né coda. Arrivano anche a +29 i gialloneri facendo circolare la palla che é un piacere, prima di cedere qulacosina nel finale, permettendosi il lusso di far rifiatare Bongi e Marconato per molti minuti in vista di gara3. Per il Bama un’altra figuraccia, l’ennesima, casalinga che macchia il cammino della stagione di Incerpi e soci, cammino comunque positivo. Adesso gara 3 domenica alle 18 sempre al PalaCarrara di Pistoia, fatto questo senz’altro positivo per i rosablu che hanno dimostrato di trovarsi molto più a loro agio in trasferta che tra le mura amiche. La missione é dare il 110% in difesa, ripassare più volte meccanismi e spaziature del “book offensivo” e se sconfitta deve essere, che almeno sia dignitosa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento