Aggredi’ giovane, in carcere l’ex leader Bulldog

LUCCA - L'ex leader Bulldog, Andrea Palmeri, è stato arrestato a seguito dell'aggressione che portò a termine nei confronti di un giovane lo scorso marzo.

-

24973828_lucca-impiegato-assenteista-arrestato-comune-parte-civile-0.jpg

La Sezione reati contro la persona della Squadra Mobile ha arrestato Andrea Palmeri, 34enne residente a S. Filippo. Il giovane, ex leader del disciolto gruppo di estrema destra “Bulldog 1998”, è stato rintracciato in centro storico e portato in Questura per la notifica degli atti, prima di essere accompagnato al S. Giorgio. Come si ricorderà, Palmeri si rese protagonista, nella notte tra l’ 8 ed il 9 marzo scorsi, di due episodi culminati nella aggressione e nel ferimento di Benassi Stefano nel locale “Ottavo Nano” di via Cantore a Lucca. I reati
per cui fu indagato dai poliziotti erano lesioni gravi, aggravate dall’ uso di un’ arma; minacce gravi e porto illegale di coltello a serramanico. Fu redatta una prima informativa di reato ed il pm Enrico Corucci, basandosi sugli atti investigativi raccolti dalla Squadra Mobile e da una perizia medico-legale, che ha certificato le lesioni come gravissime, perchè hanno superato i 40 giorni di prognosi e perché hanno comportato un indebolimento permanente di un organo della vista, ha
potuto chiedere ed ottenere dal gip Alessandro Dal Torrione la misura cautelare restrittiva della custodia in carcere. Di recente la Questura gli aveva anche notificato l’ ordinanza del Tribunale che, accogliendo la proposta del questore Cracovia che ne aveva sottolineato la pericolosità sociale, lo aveva sottoposto alla sorveglianza speciale della Pubblica sicurezza per due anni. Ora Palmeri si trova al S. Giorgio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento