Arrestati i ladri della forchetta

CAPANNORI - I due malviventi di origini lituane. di 24 e di 36 anni, tiravano fuori con una “forchetta” le banconote dai bancomat. I carabinieri di Capannori li hanno colti in flagrante e li hanno arrestati.

-

Per svuotare la cassa mandavano in tilt il bancomat e con una lama di metallo che i malviventi chiamano “forchetta” tiravano fuori le banconote con una tecnica conosciuta con il nome di cash trapping. Due attrezzatissimi ladri di origini lituane sono stati scoperti dai carabinieri di Capannori che li hanno sorpresi in flagrante e arrestati fuori dalla filiale di Porcari del Monte dei Paschi. In pratica i due facevano un prelievo di soli 20 euro con una carta prepagata. Poi non la ritiravano e anzi, infilando un rivetto in un buco realizzato appositamente, impedivano al bancomat di compiere la normale operazione di ritiro della carta secondo il meccanismo che entra in funzione quando qualcuno dimentica il bancomat nella feritoia. A quel punto lo sportello va in tilt e si resetta e per qualche secondo si apre lo sportellino di consegna dei soldi. In quell’istante i lituani piazzavano la loro attrezzatura e andavano a pescare banconote per migliaia di euro dal rullo erogatore dentro la cassa automatica. I carabinieri li hanno sopresi domenica pomeriggio, durante un servizio speciale approntato dopo alcune manomissioni degli sportelli del Monte dei Paschi della Piana di Lucca. Dopo una breve colluttazione nella quale e’ rimasto ferito un carabiniere, Rolandas Alikonis, 24 anni, ed Egidius Nevinskas, di 36 sono quindi finiti in manette. Accusati di furto aggravato e danneggiamento sono stati trasferiti alla casa circondariale di Lucca. Nell’auto dei malviventi, nascosti in un involucro all’interno del vano motore, i militari hanno trovato 6mila euro in contanti. Sui loro cellulari i carabinieri hanno trovato la mappa di tutte le ex filiali della Banca Toscana della zona.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento