La Lucchese esce dall’impasse

CALCIO D - I vecchi soci hanno finalmente provveduto alla ricapitalizzazione. Un passo davvero importante che permetterà martedì prossimo l’ingresso del nuovo socio di maggioranza, Andrea Bacci. Poi potrà partire il mercato.

-

13_6_13__lucchese1.jpg

È ufficiale: d’ora in poi trattando di Lucchese si potrà cominciare a parlare di futuro vero e proprio e cioè di calcio perchè dal notaio Costantino in Viale Regina Margherita, venerdì mattina si sono riuniti per la seconda volta i vecchi soci i quali hanno finalmente stabilito la suddivisione del 49% delle quote rossonere. Era un giorno importante per capire se Laura Nannini e Alberto Francesconi avrebbero ricapitalizzato oppure sarebbero usciti di scena. Francesconi ha aderito, la Nannini no. Nonostante qualche timore affiorato nelle ultime settimane, non ci sono stati altri colpi di scena e il tutto è stato ratificato mettendo nero su bianco, Ciò ovviamente spiana la strada all’ingresso in società del nuovo patron Andrea Bacci che avverrà entro pochi giorni ma a questo punto si tratterà di una pura formalità. La prossima settimana servirà effettivamente a stabilire il budget a disposizione per il mercato e l’allestimento di una squadra che dovrebbe nutrire discrete ambizioni, l’annuncio del nuovo allenatore (Guido Pagliuca) e la scelta del ritiro estivo (Coreglia). Quasi certamente arriveranno le prime conferme sui giocatori dello scorso anno, una mezza dozzina, e forse anche qualche acquisto. Del resto il DS Bruno Russo aveva sempre detto che avrebbe voluto completare la squadra prima possibile. Resta la questione stadio-Comune. Una querelle da non sottovalutare. In effetti in questi ultimi giorni la ripartizione degli impianti sportivi, e la ben nota vicenda che ha coinvolto anche la Pugilistica Lucchese, ha avuto fin troppa cassa di risonanza. Magari a fari spenti sarebbe bene fare un pò di chiarezza e trovare una soluzione anche duratura per il bene e l’interesse di tutti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento