Le sfide del neo sindaco Betti

VIAREGGIO - Sull’onda dell’entusiasmo della vittoria elettorale il nuovo sindaco di Viareggio Leonardo Betti si appresta a prendere in mano una situazione difficile per la città.

-

Vediamo quali sono i primi problemi che dovrà affrontare.
Primo scoglio per il neo primo cittadino, i conti in profondo rosso del Comune. Entro poche settimane bisogna presentare un piano di rientro da cinque milioni per convincere la Corte dei Conti che Viareggio può rimettersi in sesto senza l’arrivo di un nuovio commissario. Tra gli amministratori in prima linea su questo fronte ci sarà Alessandro Caprili, commercialista, ex consigliere ed ex revisore dei conti del Comune, per il quale Betti ha già pronta la delega per il bilancio.
Tra gli altri, primissimi obiettivi, nelle ultime ore è stato più volte citato quello della razionalizzazione
della pianta organica comunale, che da trent’anni è rimasta praticamente inalterata.
Poi, più volte citati come priorità dallo stesso Betti, gli immediati interventi sul decoro urbano in coincidenza dell’inizio della stagione estiva.
Infine, Viareggio entrerà da subito nell’Unione dei Comuni della Versilia mentre sul Comune unico non sermbra esserci eccessiva fretta da parte da nessuno dei municipi versiliesi. Questo, nonostante il momento storico sia di assoluto favore, dato che tutti i comuni della costa adesso sono sotto il segno del centrosinistra.
Intanto il futuro su alcuni fronti è già iniziato. Alessandro Santini si è dimesso da presidente della Fondazione Carnevale. Per fare posto al suo successore, che dovrà difendere e rilanciare la manifestazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento