Patteggia il dipendente assentetista

LUCCA - Ha patteggiato una condanna a 2 mesi e 20 giorni con pena sospesa il dipendente del Comune di Lucca arrestato il 28 maggio per assenteismo con l’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato.

-

Il giudice ha confermato l’accordo previsto con il pubblico ministero ed ha recepito la proposta di patteggiamento da parte del dipendente comunale. Il comune di Lucca ha accettato il risarcimento di 8.000 euro ed ha revocato la costituzione di parte civile, ma si è riservata di valutare la posizione del dipendente e il momento opportuno per il reintegro dell’uomo che al momento rimane sospeso dal lavoro.
L’impiegato dell’ufficio ambiente fu arrestato dopo che la polizia lo aveva pedinato e filmato per un mese, accertando che otto volte nel giro di quattro settimane, nei giorni dai turni lunghi, si era assentato dal posto di lavoro per un’ora e mezzo, anzichè per mezzora.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento