Ancora scosse, un terremoto infinito

MINUCCIANO - La più forte la notte scorsa alle 1,31 di 3.5 della scala Richter con repliche in mattinata di magnitudo tra 2.4 e 3.1. Il sindaco di Minucciano Davini; “ La situazione è tranquilla ma la gente ha ancora paura.”

-

9_7_13__terremoto.jpg

La terra continua a tremare in Alta Garfagnana. Dopo alcuni giorni di relativa tregua il terremoto è tornato a faR sentire la sua voce minacciosa. La scossa più forte di uno sciame sismico infinito, è stata avvertita dalla popolazione alle ore 1,31 ed è stata di 3.5 della scala Richter con epicenro sulle Alpi Apuane. Nelle ore successive si sono registrate altre scosse minori di assestamento, soprattutto nella mattinata, tra il 2.4 e il 3.1. di magnitudo. Ovviamente, ogni qualvolta il terremoto si ripropone sale immediatamente la tensione tra la popolazione già duramente provata ormai d quasi tre settimnane di uno stillicidio continuo tra paura e…speranza. In tal senso gli esperti già dopo la prima fortissima scossa del 21 giugno scorso avevano affermato che lo sciame sismico avrebbe potuto proseguire per diverse settimane anche con repliche piuttosto consistenti. Quindi nulla di nuovo sotto il sole di questa strana e tesa estate anche se ovviamente l’allerta rimane e molta gente preferisce ancora dormire nei centri di accoglienza che rimangono funzionanti. La situazione e le sensazioni nelle parole del sindaco di Minucciano Domenico Davini, uno dei Comuni più colpiti dal terremoto, il quale ribadisce che la situazione è relativamente tranquilla ma che le nuove scosse hanno alimentato di nuovo la paura tra la gente.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento