Tentavano di clonare il bancomat al Turchetto

LUCCA - Gli uomini del reparto radiomobile dei Carabinieri hanno arrestato due cittadini rumeni sospettati di aver manomesso il bancomat del monte dei Paschi di Siena al Turchetto. Fondamentale la segnalazione di un cittadino.

-

Grazie alla segnalazione di un cittadino particolarmente attento ai dettagli, i carabinieri del nucleo Radiomobile di Lucca hanno potuto disattivare un dispositivo di clonazione bancomat e arrestare i presunti autori della truffa. Nella mattinata di domenica, una telefonata al 112 denunciava una possibile manomissione dello sportello bancomatt del Monte dei Paschi di Siena del Turchetto – già preso di mira nei mesi scorsi. Sul posto i militari della stazione di Lammari constatavano l’effettivo posizionamento di uno skimmer, un dispositivo in grado di registrare i dati delle carte bancomat e le immagini del codice digitato sulla tastiera. Allertato il nucleo Radiomobile, gli uomini del capitano Angioni hanno individuato, a seguito di un appostamento, due uomini che si muovevano con fare sospetto intorno al bancomat. Una volta fermati nella loro auto sono stati rinvenuti gli utensili atti a collocare lo skimmer e degli abiti di ricambio. Dalle riprese delle telecamere della banca è apparso evidente, infatti, che i due durante i vari sopralluoghi allo sportello, si cambiassero d’abito per non dare nell’occhio. Sono stati così condotti in stato di fermo Adam Irinel dell’83 e Lazarel Ionut Ilie del ‘94 entrambi residenti nella provincia di Viterbo. I Carabinieri invitano ancora i cittadini a denunciare senza esitazione qualsiasi presunta manomissione degli sportelli bancomat e di coprire la tastiera mentre viene digitato il codice Pin.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento