Il ricordo di Don Aldo Mei

LUCCA - Il 4 agosto del 1944 Don Aldo Mei, giovane parroco di Fiano, veniva ucciso dai soldati nazisti nei pressi di Porta Elisa per aver nascosto un giovane ebreo nel tentativo di sottrarlo alla deportazione.

-

Lucca ha ricordato questo prete divenuto uno dei personsaggi simbolo dell’antifascismo con una Messa e una cerimonia nei pressi del cippo e della tomba collocati là dove Don Aldo Mei fu trucidato dopo che i soldati nazisti lo obbligarono a scavarsi una fossa. A guidare la cerimonia il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, l’assessore provinciale Luigi Rovai e lo storico Umberto Palagi. Tra i presenti il direttore dell’Istituto Storico della Resistenza Gianluca Fulvetti, Massimo Toschi consigliere del presidente della Regione Toscana, e Lilio Giannecchini. “ll prossimo anno ricorreranno i 70 anni dalla morte di Don Aldo Mei – ha detto Tambellini – preparemo qualcosa di speciale. Dobbiamo respingere con fermezza – ha aggiunto il sindaco – alcuni rigurgiti di quei tempi bui che nel nostro paese qualcuno alimenta”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento