Trasfusione sbagliata, muore dopo 45 giorni

CAMAIORE - E’ morta la donna che nel giugno scorso subì una trasfusione di sangue sbagliata all’ospedale Versilia di Lido di Camaiore.

-

E’ morta la donna che nel giugno scorso subì una trasfusione di sangue sbagliata all’ospedale Versilia di Lido di Camaiore. Lida Leonardi, 72 anni, di Seravezza, è spirata lo scorso 13 agosto ma la notizia è trapelata soltando adesso, pubblicata dal quotidiano Il Tirreno. I familiari hanno già chiesto la cartella clinica della loro congiunta e stanno valutando se procedere con una perizia medico legale, per capire se la trasfusione sbagliata abbia aggavato il quadro clinico della donna, che era stata ricoverata per un’emorragia.
Secondo la Asl 12 però la signora e’ deceduta a causa di una grave patologia da cui era affetta da anni” e ”non e’ realmente e scientificamente ipotizzabile alcun rapporto di causa-effetto fra la trasfusione errata ed il decesso”. ”La paziente, infatti – si legge in un comunicato della As -, fu trattata tempestivamente in modo intensivo ed appropriato, non ebbe ne’ conseguenze immediate ne’ tardive. Fu anzi dimessa in buone condizioni dopo pochi giorni e aveva regolarmente ripreso la sua terapia ambulatoriale presso il day hospital per la patologia cronica di cui era affetta”.
Sulla morte della signora di Seravezza interviene anche la Regione, citando il parere del professor Alberto Bosi, ordinario di malattie del sangue dell’Università di Firenze, che esclude che la scomparsa della donna sia da legare all’errata trasfusione, perchè, ha spiegato il professore, le conseguenze di un evento simile si hanno subito nell’arco di 48 ore.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento