Omicidio Canozzi, un terzo arresto

MINUCCIANO - Arrestato in Albania Florind Marini, 24 anni, il terzo componente della banda che lo scorso 15 gennaio a Castagnola avrebbe provocato la morte di Ugo Canozzi, 82 anni.

-

ugo_canozzi1.jpg

Il cerchio è chiuso: a otto mesi dall’omicidio di Ugo Canozzi, anche il terzo componente della banda ritenuta responsabile della sua morte è stato catturato. Florind Marini, 24 anni, considerato proprio il capo della banda è stato catturato in una piccola località dell’Albania dove si era rifugiato dopo gli arresti dei suoi complici, Lorenc Marini e Besnik Metushi, avvenuti nei mesi scorsi.
L’identificazione e la cattura del terzo uomo non è stata semplice ed è arrivata al termine di un articolato lavoro investigativo e di intelligence condotto dal Reparto Operativo dei Carabinieri di Lucca con la Compagnia di Castelnuovo, l’Interpool di Roma e l’impiego delle Forze Speciali della Polizia Albanese. Dopo il secondo arresto, quello di Besnik, Martini si era reso irreperibile in Albania, allontanandosi da Fier, suo paese d’origine, facendo perdere le proprie tracce. Il lavoro svolto dai Carabinieri e dall’Interpool ha permesso di localizzarlo in un casolare di campagna dove è stato catturato dalle Forze Speciali della polizia albanese. Attualmente si trova nel carcere di Tirana, in attesa di essere estradato in Italia, dove giungerà nei prossimi giorni per essere rinchiuso nel carcere di Lucca.
Ugo Canozzi fu vittima di una rapina finita in modo tragico nella sua casa di Castagnola. Scoperti i ladri, l’anziano tentò di reagire, ma i i malviventi lo immobilizzarono, lo imbavagliarono e lo legarono mani e piedi, causandone la morte. Fu il figlio Candido, la sera del 15 gennaio, a trovarlo nel suo letto senza vita.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento