Trovato cadavere in una cava sul Corchia

STAZZEMA - Il corpo senza vita di un uomo è stato rinvenuto alla cava Borra Larga sul Monte Corchia a Levigliani, nel comune di Stazzema. L’uomo, che non è stato ancora identificato, è morto precipitando da un sentiero della cava.

-

Nel tremendo impatto al suolo è rimasto decapitato. Tra le ipotesi fatte dai carabinieri, quella che si fosse recato nella cava per compiere un furto e che sia poi caduto da un’altezza di quaranta metri.
Nella notte, fra sabato e domenica scorsi infatti, nella cava Borra Larga, era stato compiuto un furto di cavi di rame, tanto che l’impianto elettrico era andato in panne. Lunedi’ il titolare della cava ha fatto denuncia ai carabinieri ed e’ dovuta intervenire l’Enel per ripristinare l’energia elettrica.
L’ipotesi è avvalorata dal fatto che accanto al corpo dell’uomo sono stati rinvenuti proprio cavi di rame e guanti da lavoro.
Il cadavere dell’uomo è stato scoperto dal titolare della cava, che ha avvertito un cattivo odore provenire da una zona nei pressi di una cisterna d’acqua. Sul posto sono arrivati i carabinieri e il soccorso alpino.
I carabinieri stanno cercando di arrivare ad identificare l’uomo, anche tramite le impronte digitali.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento