Apertura in grande stile per IMT

LUCCA - Ha partecipato anche il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza alla cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico della scuola di Alti Studi Imt, che vanta oggi 154 allievi provenienti da 29 nazioni.

-

Nel suo intervento il ministro ha sottolineato l’importanza di scuole come quella lucchese, che possono essere il rimedio alla cosiddetta ‘fuga di cervelli’ che da anni priva l’Italia dei suoi migliori talenti intellettuali.
Oltre al ministro, hanno preso la parola per salutare studenti ed insegnanti Arturo Lattanzi, presidente della Fondazione Lucchese per l’Alta Formazione e la Ricerca. Il presidente della Provincia Stefano Baccelli e il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, che hanno confermato il pieno appoggio alla scuola degli enti da loro amministrati. In rappresentanza della Regione Toscana è intervenuto il consigliere Marco Remaschi.
Poi, l’intervento del Direttore di Imt, Alberto Bemporad. “Il nostro – ha detto, rispondendo indirettamente alle polemiche dei giorni scorsi – è un centro di alta formazione universitaria statale dove si accede esclusivamente per merito e si può studiare indipendentemente dalle disponibilità economiche. I bandi per borse di dottorato di Imt sono aperti ai migliori laureati di tutto il mondo – ha detto Bemporad – e quest’anno abbiamo ricevuto circa 2500 candidature per quaranta borse di studio».
La cerimonia è stata chiusa dagli interventi del giornalista Gianni Riotta e dell’ amministratore delegato e direttore generale dell’ Enel Fulvio Conti, che ha parlato delle nuove frontiere dell’innovazione nel mondo delle risorse energetiche.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento