Angelini “consegna” il Consorzio Versilia

VERSILIA - Alla vigilia della costituzione formale del Consorzio Toscana Nord, prevista per domani, il commissario della Bonifica Versilia ha salutato i 55 dipendenti e tracciato un bilancio di quanto fatto in 13 anni.

-

E’ un ente in ottima salute finanziaria e con un grande capitale umano e tecnologico quello che Fortunato Angelini lascia in eredità dopo 13 anni di presidenza. Con giovedì il Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli verrà inglobato ufficialmente nel Consorzio Toscana Nord e così Angelini ha voluto salutare i 55 dipendenti e tracciare un bilancio di quanto fatto dal 20101 ad oggi. I numeri parlano di oltre 90 milioni di euro spesi per nuove opere: dal rinforzo delle arginature del Lago di Massaciuccoli e del Lago di Porta, la realizzazione dell’impianto della Bufalina, miglioramento di grandi canali, il potenziamento e la ristrutturazione di tutti gli impianti idrovori, oggi automatizzati e tele controllati a distanza. Opere, ha spiegato Angelini che hanno triplicato la capacità di tenuta del reticolo idraulico. A tutto questo si aggiunge la manutenzione ordinaria, costata negli ultimi 13 anni 103 milioni di euro arrivati dal tributo dei consorziati.
Secondo Angelini il nuovo Consorzio di Bonifica Toscana Nord, che dovrebbe avere sede proprio qui in Versilia, potrà funzionare bene seppur molto vasto se saprà ascoltare le indicazioni e le richieste dei territori. Sul fronte delle contestate elezioni e sui ricorsi ancora in essere, nel suo ruolo istituzionale Angelini preferisce non parlare, attendendo gli sviluppi della vicenda.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento