Processo Viareggio, dal 14 maggio i testimoni

LUCCA - E’ ripreso al Polo Fiere di Lucca il processo per il disastro ferroviario di Viareggio, costato la vita a 32 persone.

-

corteo-familiari-vittime-strage-viareggio-processo-6401.jpg

Un’udienza dedicata alle richieste di prove da ammettere al processo. In particolare, la Procura di Lucca ha presentato 17mila pagine di documentazione nei confronti di Mauro Moretti, per dimostrare che l’amministratore del Gruppo Ferrovie fosse di fatto anche a capo delle società Rfi e Trenitalia. L’avvocato di Moretti, Armando D’Apote ha detto che si tratta di materiale che non e’ pertinente e che non dovrebbe essere ammesso ed ha chiesto l’ammissione di alcuni testimoni a controprova, tra i quali l’ex ministro Altero Matteoli e l’ex sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta. Ma la notizia più importante è che a partire dalla prossima udienza, il 14 maggio, sei mesi dopo l’inizio del processo, la corte inizierà finalmente ad ascoltare i testimoni del disastro.
A prendere la parola saranno, tra gli altri, i due macchinisti che guidavano il convoglio di Gpl, deragliato il 29 giugno 2009, Andrea D’Alessandro e Roberto Fochesato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento