Un sito internet contro il bullismo

LUCCA - Davanti ad una platea composta da studenti lucchesi e di Siena, è stato presentato a Palazzo Ducale il progetto Beatbullying, contro il fenomeno del bullismo nelle scuole.

-

Si tratta di un progetto sviluppato in Inghilterra che ha dato buoni risultati e che adesso viene portato in altri paesi europei. In particolare, l’obiettivo è contrastare i fenomeni di cyberbullismo, cioè le molestie e le vessazioni nei confronti dei compagni di classe tramite i social media come Facebook, Twitter e YouTube. Il progetto riguarderà sei scuole toscane, quattro delle quali lucchesi e le vittime del bullismo riceveranno aiuto da alcuni mentori, cioè dei tutor, tramite un sito internet.
Nelle prossime settimane saranno formati 250 mentori che inizieranno a lavorare on line. Lucca è stata scelta per lo sviluppo del progetto Beatbullying anche perchè già da due anni provincia e Università di Firenze hanno avviato un altro progetto chiamato “Noncadiamointrappola”, che prevede il costante monitoraggio delle scuole sempre contro il femomeno del bullismo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento