Il grottesco di 456 incanta il pubblico

LUCCA - Applausi e consensi e non poteva essere diversamente per 456, la commedia firmata e diretta da Mattia Torre, andata in scena al teatro di Ponte a Moriano nell’ambito della stagione di SPAM!

-

Dopo i successi ottenuti a Milano e Roma, per 456 è stata la prima in toscana. La storia comica e violenta di una famiglia che, isolata e chiusa, vive in mezzo a una valle oltre la quale sente l’ignoto. Padre, madre e figlio sono ignoranti, diffidenti, nervosi. Si lanciano accuse, rabboccano un sugo di pomodoro lasciato dalla nonna morta anni prima, litigano, pregano, si odiano. Ognuno dei tre rappresenta per gli altri quanto di più detestabile ci sia al mondo. E tuttavia occorre una tregua, perché sta arrivando un ospite atteso da tempo, che può e deve cambiare il loro futuro.
Una tragedia divertente: quanto più si sprofonda nel tragico, tanto più si ride e il grottesco raggiunge livelli di senso e di qualità assai rari nella drammaturgia italiana contemporanea.
Sul palco Massimo De Lorenzo, Carlo De Ruggieri, Cristina Pellegrino e Michele Nani. Diretti da Mattia Torre, uno dei registi teatrali e televisivi più talentuosi del panorama italiano, autore del programma “Parla con me” di Serena Dandini, delle serie televisive “Buttafuori” e “Boris” e di “Boris – il film”.
Il cartellone di SPAM! prosegue venerdì 30 maggio, sempre al teatro Nieri con PITECUS di Flavia Mastrella e Antonio Rezza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento