Le Mura continua a perdere i pezzi

BASKET A1 DONNE - A pochi giorni dalla conclusione della stagione agonistica culminata con la semifinale-scudetto, Bagnara e Dotto emigrano verso la Reyer Venezia. Ed anche la permanenza di coach Diamanti non è poi così certa.

-

A pochi giorni, ne sono trascorsi una decina o giù di lì dal congedo ufficiale, il Gesam Gas Le Mura cambia decisamente fisionomia. E finora, ma siamo solo all’inizio, si tratta di uscite più o meno dolorose. Una stagione positiva e condizionata anche da qualche contrattempo, vedi infortunio a Jillian Robbins, porterà a rivedere profondamente il roster a disposizione di Mirco Diamanti che dovrebbe restare alla guida delle biancorosse anche se manca una conferma ufficiale. E va pure aggiunto che nell’ultima intervista da noi realizzata il vulcanico coach di Avenza avesse tirato il freno. Chiaro che la permanenza di Diamanti sarebbe il primo tassello, e che tassello, nella ricostruzione della squadra. Già, perchè alla fine di ricostruzione si deve parlare. Se ne sono infatti andate al sempre più ambizioso Venezia sia il capitano Beba Bagnara che la giovane Francesca Dotto, una su cui Lucca pareva avesse voluto fare un cospicuo investimento per il futuro. Due elementi-cardine della squadra che anche quest’anno è pur sempre entrata tra le prime quattro. Così, mentre si continua a vociferare anche di eventuali arrivi, la parmense Harmon su tutte, il tifoso medio del Palatagliate si chiede che squadra vedremo il prossimo anno. In questi casi non è prudente sbilanciarsi e conviene dare fiducia ai dirigenti biancorossi che in questi anni hanno dimostrato ampiamente di saperci fare. Pur senza un budegt che vantano in altre realtà Le Mura ha saputo costruire squadre forti e vincenti. Allora attendiamo fiduciosi in attesa di buone nuove e di un basket femminile lucchese che vorrebbe confermarsi al vertice della pallacanestro italiana.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento