Caritas: aumentano le persone seguite a Lucca

PROV. LUCCA - Nel 2013 le persone accolte nei centri della Caritas della Toscana sono diminuite, ma non in provincia di Lucca che per l'ennesimo anno consecutivo ha fatto registrare un notevole aumento.

-

E’ un dossier sulle povertà dai due volti quello diffuso dalla Caritas regionale. Dall’inizio della crisi economica è la prima volta che in Toscana diminuiscono le persone accolte nei Centri allestiti nelle varie Diocesi, ma la spiegazione “non sta certo in una ripresa socio-economica di cui purtroppo ancora non si avvertono segnali significativi”. Le persone che nel 2013 si sono rivolte a uno dei 152 Centri Caritas sparsi in Toscana sono state 25.353: il 6,4% in meno rispetto ai 27.095 registrati nel 2012. La spiegazione fornita da Caritas per questa diminuzione di incontri è duplice: l’aumento di complessità dei problemi, con la conseguente difficoltà ad accogliere nuove situazioni, e una sorta di razionalizzazione avvenuta nella raccolta dei dati.
La provincia di Lucca, però, va in controtendenza: nel 2012 le persone accolte furono 1469, lo scorso anno sono state 1.686. Una conferma che la povertà aumenta e soprattutto i casi di nuovi poveri, cioè di persone e famiglie che si rivolgono per la prima volta alla Caritas.
Tornano alla media Toscana, il 56% degli utenti che hanno bussato alle porte dei centri è stato di sesso femminile. L’età media di 43 anni. Chi si dichiara disoccupato è passato dal 74% del 2012 al 76,4 del 2013: l’incremento più significativo – nota il Dossier – dall’inizio della crisi a oggi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento