Corteo per il carnevale, contestato il sindaco Betti

VIAREGGIO - Un migliaio i partecipanti in maschera ieri sera al corteo in Passeggiata per pubblicizzare e raccogliere fondi a favore della manifestazione carnevalesca in programma il 9 agosto.

-

maschere.jpg

Un migliaio i partecipanti in maschera ieri sera al corteo in Passeggiata a Viareggio per pubblicizzare e raccogliere fondi a favore della manifestazione carnevalesca in programma il 9 agosto e per dare un segnale preciso all’amministrazione comunale che ha bloccato i contributi al Carnevale.Contestato il sindaco Leonardo Betti dai carristi e da diversi dei partecipanti, dall’ex presidente delle Fondazione Carnevale, Alessandro Santini. Parole dure e attimi di tensione, al momento che si è presentato in Piazza Mazzini per l’alzabandiera. Al sindaco è stata attribuita la responsabilità del mancato pagamento delle loro spettanze ai carristi e per prospettive difficili nell’organizzare l’edizione 2015 del Carnevale. Un grande grande striscione tenuto dai carristi con su scritto “Non ci provare con le maschere” titolo del carro di Sergio Baroni del 1988 ha aperto la sfilata con tanti giovani, anziani, famiglie, carnevalari doc e viareggini, il decano dei carristi Arnaldo Galli seduto su un trono trasportato da giovani. Una grande festa, che si è conclusa a tarda sera sul molo. Diversi i volantini che sono stati distribuiti fra i presenti che riportavano le scritte: “Il Carnevale è arte e partecipazione”, “Il Carnevale è sentimento e condivisione di allegria”, “Il Carnevale è lavoro da tutti i punti di vista”. Presenti al corteo anche il vice sindaco Chiara Romanini che ha detto che un corteo simile andrebbe organizzato a Roma per sensibilizzare il Governo a distribuire fondi per la manifestazione, con le i anche l’assessore alla cultura, Glauco Dal Pino e l’assessore allo sport, Andrea Strambi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento