Lucchese di rincorsa per iscrizione e scelta dei giocatori

CALCIO LEGAPRO - I soci lucchesi hanno fatto la loro parte e la CaRiLucca è al lavoro per consegnare in tempi brevi la fideiussione da 600 mila euro necessaria per l'iscrizione. Bacci invece rinvia il cdA per il budget a domani.

-

I soci lucchesi – e non c’erano dubbi – hanno fatto la loro parte e la Cassa di Risparmio di Lucca è al lavoro per consegnare in tempi brevissimi la fideiussione da 600 mila euro necessaria per l’iscrizione. Chi invece sta facendo penare e non poco i tifosi è il presidente Bacci che anche ieri ha disertato il cdA (prossima seduta fissata per venerdi’).Se da una parte, nonostante non fosse il suo intento, il numero uno rossonero e’ stato costretto dal consiglio a confermare Bruno Russo, dall’altra lui e solo lui possono ratificare il suo incarico e mettergli a disposizione un budget per fare la squadra. E non vorremmo proprio essere nei panni di Ruspa che pur essendo uno con le idee chiare, si trova ancora oggi, al 26 giugno, a non poter operare e soprattutto a non sapere quale sara’ la cifra che gli verra’ messa a disposizione. I silenzi di Bacci sono pero’ emblematici di un personaggio che anche se di rincorsa, ha dimostrato di arrivare sempre ai suoi scopi. Bisogna capire dove lui voglia arrivare. Quale il fine di tirare la corda fino al punto di dover dare in fretta e furia una struttura professionistica e professionale a una societa’ che per ora sembra a dir poco immatura per la categoria.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento