Banditi assaltano imprenditore sotto casa

LUCCA - Lo hanno aspettato sotto casa e hanno provato a farsi consegnare soldi e gioielli, ma il colpo non è andato a segno. La polizia sta indagando su una tentata rapina consumatasi a San Concordio.

-

Il fatto è avvenuto ieri notte intorno all’una di venerdì sera. Nel mirino di alcuni malviventi un imprenditore di 70 anni che è rientrato a casa dopo una cena con amici. Mentre si accingeva ad aprire la porta è stato aggredito da tre persone, con il volto travisato da passamontagna, che lo hanno colpito con calci e pugni. Uno dei banditi era armato di pistola ed un altro di bastone. L’uomo è caduto a terra sbattendo la testa. Le urla d’aiuto della vittima sono state sentite dalla moglie che, dopo aver capito cosa stava accadendo, si è rinchiusa in camera e ha chiamato il 113. Uno dei tre malviventi ha salito le scale e con un calcio è riuscito a sfondare la porta della camera e ha minacciato la donna con la pistola per farsi indicare il luogo dove era posizionata la cassaforte. La signora ha più volte ripetuto che in casa non vi era alcuna cassaforte. I malviventi hanno messo a soqquadro le varie camere, dunque hanno desistito dal loro intento allontanandosi senza rubare niente. La vittima è stata ricoverata all’Ospedale S. Luca con una prognosi di 30 giorni per trauma cranico. Sul posto è intervenuta la polizia. Gli investigatori starebbero seguendo una pista ben precisa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento