Barga ricorda John Bellany

BARGA - Ad un anno dalla scomparsa, Barga ricorda l'artista scozzese John Bellany. E' in programma dal 12 luglio al 14 settembre la mostra antologica che verrà allestita in tre prestigiose sedi.

-

Il Museo delle Rocche e Fortificazioni, la Fondazione Ricci e la Galleria di piazza San Rocco. L’evento è stato presentato dagli enti promotori: la Provincia di Lucca, la Fondazione Cassa di Risparmio, i comuni di Barga e Molazzana, la Fondazione Giovanni Pascoli. Alla conferenza stampa era presente anche la moglie di Bellany, la signora Ellen, e il senatore Andrea Marcucci in rappresentanza del Ministero dei beni culturali che ha dato il patrocinio alla mostra.
A Barga Bellany aveva trovato i suoi riferimenti più intimi. “Non puoi essere un artista espressivo senza radici su cui costruire”, disse in una intervista. E come Giovanni Pascoli, cento anni dopo, cercò rifugio nella Valle del Serchio. Come Pascoli mutò la sua poesia, Bellany mutò la sua pittura. Alle navi, ai porti, ai pescatori della Scozia si sostituiscono così le montagne, le colline, i borghi della Valle del Serchio. E il colore dai toni cupi si trasforma, la luce diventa serafica, capace di trasmettere una potenza di vita nuova.
Il legame con il grande poeta romagnolo, sarà al centro di un altro evento estivo: il 10 agosto, per la notte di San Lorenzo, la letture delle poesie del Pascoli sarà dedicata alla Scozia, la patria di Bellany.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento