Fosse e canali, proteste nel morianese

LUCCA - Nel morianese esplode la protesta contro lo stato in cui vengono lasciati fossi e canali.

-

Lunedì notte anche qui, a San Cassiano e San Quirico di Moriano si sono verificati allagamenti nelle case, un fenomeno che si ripete da diversi anni. Stavolta però i residenti sembrano decisamente esasperati.
“Avevamo avvertito da una settimana il Consorzio del Bientina che i fossi erano pieni di canne – spiega la leader del comitato Marinella Poli – ma nessuno è venuto a pulire. Il problema è che i ponti qui sono troppo bassi e in caso di piena l’acqua viene subito bloccata da canne e detriti”. I residenti spiegano che qui è in programma un grande intervento ricalibrare il reticolo idraulico ma nel frattempo la manutenzione non viene fatta. E oltre agli allagamenti nelle case, sono andati perduti i raccolti nei campi. Sembra che in molti si siano già rivolti agli avvocati per chiedere i danni.
Il comitato ha annunciato una raccolta di firme: se non verranno a fare i lavori, hanno detto i residenti, non pagheremo più la tassa al Consorzio di Bonifica.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento