Inaugurate nuove sale di Palazzo Mansi

LUCCA - Inaugurazione della nuova disposizione dell'area dedicata al XX secolo del Museo Nazionale di Palazzo Mansi. Nuove opere di Biancalana, Arrigoni e Campriani divengono fruibili al pubblico.

-

Aumenta l’offerta del museo di Palazzo Mansi. Grazie infatti ad alcune donazioni è stata ampliata e risistemata la sezione dedicata al XX secolo. Nuove opere di artisti come Alcestre Campriani, Inaco Biancalana e Giuseppe Ardinghi diventano quindi fruibili al pubblico, dopo essere state custodite nei magazzini del museo e in collezioni private. Come i sette rilievi lignei opera di Biancalana e rappresentanti scene di vita dell’antica Roma, argomento assai inusuale per questo artista, o come i due intensi ritratti di Giuseppe Ardinghi che si aggiungono alla altre opere del pittore lucchese, compreso un cartone preparatorio di una delle vetrate di San Martino e rappresentante il miracolo di S.Zita. Secondo la direttrice dei musei nazionali lucchesi Antonia D’Aniello questa inaugurazione rappresenta un passo in avanti ulteriore nell’offerta museale cittadina.
Inevitabile, affrontando la tematica museale, non scontrarsi con problematiche tutte italiane, come la carenza ormai storica di personale e di custodi. Carenza che, per musei piccoli come quelli lucchesi, ha grosse ricadute sugli orari di apertura. Impossibile infatti visitare i musei cittadini la domenica.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento