Lirica, un ponte tra Lucca e gli Usa

LUCCA - Alla Fondazione BML il saluto ai giovani talenti dell'Accademia Malfatti in partenza per gli Stati Uniti.

-

accademia-malfatti_dett.gif

Gli allievi dell’Accademia Vocale Malfatti, che per tutto il mese di luglio sono stati in città per un corso di canto lirico, in procinto di partire di nuovo alla volta degli States, sono stati salutati dalla presidente dei Lucchesi nel Mondo Ilaria Del Bianco, dal presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Alberto Del Carlo, e dal direttore dell’Istituto Boccherini Gian Paolo Mazzoli. Gli studenti sono un vero e proprio ponte lirico con l’America e dimostrano come il progetto costituisca un’importante occasione di valorizzazione di Lucca quale città della musica.
Dopo il successo dello scorso anno, nelle aule dell’istituto Boccherini il gruppo di venti studenti americani ha partecipato alle lezioni di alcuni docenti d’eccezione, tra cui il famoso tenore Franc D’Ambrosio. Sotto la guida del direttore artistico Ben Smith, tre sono state le esibizioni che hanno visto protagonisti i ragazzi durante il loro soggiorno lucchese: due in piazza Cittadella e una a Celle Puccini per il grande concerto finale.
L’iniziativa, denominata “Accademia Vocale Malfatti” vuole ricordare la figura e la preziosa opera del maestro Lorenzo Malfatti, lucchese di Pittsburgh, famoso baritono e apprezzato docente che per decenni ha portato a Lucca, nell’ambito delle attività dell’Università di Cincinnati, centinaia di giovani cantanti.
Il corso, organizzato dall’Associazione Lucchesi nel Mondo di Pittsburgh, con il coordinamento della sede centrale di Lucca, ha visto il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Lucca, e con la collaborazione del Comune di Lucca e dell’Istituto Musicale Boccherini.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento