Opera Barga, attesa per Bajazet

BARGA - Un cast speciale di otto cantanti internazionali porterà in scena nell'ambito di Opera Barga la versione originale di Bajazet, composta nel 1719 dal camaiorese Francesco Gasparini

-

Dopo il successo del fine settimana passato, con i concerti tenuti al Chiostro di San Francesco e al Chiostro di Santa Elisabetta, si attende la seconda tappa del festival Opera Barga con due incontri di musica da camera. Protagonista l’ensemble “Le Musiche” che eseguirà brani di Bach, De Sarasate, Barrière (sabato 5 luglio a Barga), Schoenmberg e Sibelius (domenica 6 luglio a Sommocolonia).
A guidare gli artisti sarà, Simone Bernardini, primo violino dei Berliner Philharmoniker.
Ancora, l’ensemble sarà protagonista a Fornaci di Barga l’8 luglio con brani di Schubert e Brahms, e di nuovo a Barga il 9 con Pergolesi e Prokofiev.
Grande attesa, poi, per le sere del 10 e 11 luglio, quando sarà in scena l’opera Bajazet con un cast di otto cantanti scelti da Nicholas Hunt, direttore di Opera Barga, insieme con il direttore di Auser Musici Carlo Ipata. Sarà la prima esecuzione in tempi moderni dell’opera che il compositore camaiorese Francesco Gasparini ha creato nel 1719.
Da sottolineare, dunque, lo sforzo dei due direttori per riproporre al pubblico un titolo da loro stessi riscoperto grazie al confronto con manoscritti e pubblicazioni reperiti durante ricerche in diverse biblioteche europee.
Da mercoledì 16 luglio il festival si sposta a Bagnone, per una serie di quattro concerti di musica da camera.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento