Rientrato il divieto di balneazione

MONTIGNOSO - E' stato revocato il divieto di balneazione istituito dal sindaco di Montignoso Narciso Buffoni e che interessava il tratto di costa compreso tra il Cinquale e Marina di Massa.

-

Allarme rientrato per il tratto di litorale compreso tra il Cinquale e Marina di Massa. Il divieto di balneazione istituito venerdì scorso dal sindaco di Montignoso è stato revocato dato che le analisi dell’Arpat sono risultate soddisfacenti. Tutto era nato a seguito dei violenti temporali dei giorni scorsi: il torrente Versilia, che di fatto segna il confine tra la provincia di Massa e quella di Lucca aveva scaricato in foce una grossa quantità di detriti e liquami di vario genere. Nella giornata di venerdì però, i balneari apuani avevano notato anche una serie di macchie a largo degli stabilimenti, di qui la segnalazione all’Arpat e lo scattare del protocollo di sicurezza che ha portato, di fatto, all’ordinanza di divieto di balneazione. Forse un eccesso di scrupolo ma imprescindibile secondo quanto espresso dal rappresentante dei balneari Stefano Gazzoli.
Unica nota polemica è stata espressa verso il consorzio di bonifica che, secondo l’associazione, non controlla abbastanza le sponde dei torrenti nè gli scarichi che vengono effettuati negli stessi. Scarichi che poi, inevitabilmente, si accumulano alle foci e sulla costa.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento