Fossi, proteste anche a S. Maria a Colle

LUCCA - Raccolta di firme anche a Santa Maria a Colle per chiedere la pulizia del Rio Dogaia (nella foto) in Via della Chiesa XXIV.

-

s.maria_a_colle.jpg

“La situazione a Santa Maria a Colle è grave – dicono i promotori della raccolta – in quanto il fosso a tutt’ora non è sfalciato, l’acqua non defluisce perchè ostruita da canne e arbusti molto alti e fitti con il risultato che basta pochissima acqua a provocare danni sia ad abitazioni sia alle colture dei numerosi agricoltori. Inoltre l’acqua ristagna anche in periodi di siccità, con ovvi problemi di igiene, e questo pare per uno sbaglio di livellazione quando il Consorzio di Bonifica ha eseguito lo scavo del fondo”.
Il Consorzio risponde che i lavori al rio inizieranno a breve e che non c’è stata sbaglio di livellazione nei lavori. Si tratta di un problema connaturato alla pendenza quasi inesistente del Dogaia. Per questo sono in programma interventi per captare l’acqua del Dogaia a monte e dirottarla su altri corsi d’acqua.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento