Ancora senza nome il cadavere ritrovato in mare

VIAREGGIO - Non è stato ancora indentificato l'uomo che è stato trovato in mare ieri da un pescatore a circa 300 metri dalla riva di fronte le acque antistanti la spiaggia libera della Lecciona.

-

guardia.jpeg

VIAREGGIO – Non è stato ancora indentificato l’uomo che è stato trovato in mare ieri da un pescatore a circa 300 metri dalla riva di fronte le acque antistanti la spiaggia libera della Lecciona, che dalla fine del mese di agosto è senza soroveglianza in quanto è scaduto il contratto della società che gestiva il servizio con il Comune di Viareggio. Da una prima ispezione sul corpo dell’uomo da parte del medico legale presso l’obitorio dell’ospedale Versilia non sarebbero emersi segni di violenza, lo stato di decomposizione però crea non pochi problemi. Non è stato possibile prendere le impronte digitali, quindi sarà disposta l’autopsia per cercare di fare luce sulla vicenda. Il fatto che sia stato trovato in costume (ma il personale della Capitaneria di porto non esclude che possa trattarsi anche di uno slip blu), non esclude che l’uomo fosse vestito e magari abbia perso altri indumenti nel corso della sua permanenza in acqua, durato almeno 3-4 giorni. Non è sicuramente semplice poter identificare l’uomo, non ci sono denunce di scomparsa in zona. Sia gli uomini della Capitaneria, che quelli del Commissariato di polizia di Viareggio con i quali collaborano chiedono collaborazione ai cittadini di mettersi in contatto con loro per eventuali informazioni utili per cercare di dare un nome e un volto a quest’uomo che dovrebbe avere un’età compresa fra i 40-50 anni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento