Cittadini in campo contro i crimini

LUCCA - Si chiama "controllo del vicinato" e in altre realtà ha già dato ottimi risultati. E' un progetto che ha come obiettivo migliorare la sicurezza pubblica nei vari quartieri favorendo la partecipazione dei cittadini.

-

Il protocollo d’intesa che dà ufficialmente il via al progetto nel Comune di Lucca è stato presentato e firmato dal Prefetto Giovanna Cagliostro e dal sindaco Alessandro Tambellini. Il progetto partirà dalle frazioni di Arsina e San Concordio di Moriano i cui abitanti da mesi avevano denunciato un aumento preoccupante dei furti in abitazione. I cittadini, ha spiegato il comandante provinciale dei carabinieri Stefano Fedele, saranno invitati ad aiutare le forze dell’ordine semplicemente osservando ciò che accade nel loro quartiere; tra i residenti sarà individuato un referente a cui tutti potranno segnalare eventuali criticità o situazioni sospette; la stessa rete di cittadini potrà contare su un referente in ognuna delle forze di polizia, a cui indirizzare le segnalazioni.
Il progetto, che già è stato attuato a Montecarlo, prenderà il via a Lucca in forma sperimentale e in caso di buon esito ad Arsina e San Concordio di Moriano si estenderà in altri territori.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento