Il premio Pulizter Cunningham lascia il segno

LUCCA - Rimarrà una pietra miliare nella storia culturale della nostra città la serata con il premio Pulitzer Michael Cunningham, organizzata nella chiesa di San Francesco dal Comitato Nuovi Eventi per Lucca.

-

Lo scrittore statunitense è stato il protagonista del primo incontro della rassegna intitolata “Noi e l’arte. L’Arte. E noi”, ideata e curata da Lea Codognato, Alba Donati e Sergio Risaliti. Accompagnato dal giornalista e critico de Il Corriere della Sera Ranieri Polese, Cunningham ha tenuto una lectio magistralis molto particolare. Una “conversazione” che ha preso spunto dalla tomba di Ilaria del Carretto per affrontare i temi dell’amore e della morte, dell’arte e del ruolo dell’artista. E soprattutto dell’eternità che l’arte concede alle vite umane. Raffinato conoscitore d’arte e autore del famoso best-seller Le Ore – dal quale è stato tratto l’omonimo e celebre film (The Hours) – nel suo ultimo libro, intitolato “La regina delle nevi”, Cunningham mette al centro del racconto una figura lunare, una sposa morente che sembra già forgiata per il marmo dell’eternità.
La serata con il premio Pulitzer ha aperto la lunga serie di eventi che animerà la chiesa di San Francesco fino a fine novembre e che NoiTv seguirà da vicino, trasmettendoli in maniera integrale nei giorni successivi.
E’ già cominciato il conto alla rovescia che porterà a sabato 27 settembre quando il protagonista sarà l’attore Alessio Boni, che presterà la sua voce per interpretare una serie di letture selezionate dal poeta Giuseppe Conte: da Keats a Leopardi, con uno sguardo rivolto verso culture lontane.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento