Il voto di sfiducia per il 10 settembre

VIAREGGIO - All'interno della conferenza dei capigruppo il PD ha dato parere favorevole alla discussione della mozione di sfiducia presentata dall'opposizione verso il vice sindaco Romanini per il consiglio del 10 settembre

-

La mozione di sfiducia verso il vicesindaco Chiara Romanini, presentata dai rappresentati dell’opposizione, verrà discussa in consiglio comunale il 10 settembre prossimo. Questo è quanto riferisce in una nota inviata alla stampa il capogruppo del movimento dei cittadini per Viareggio e Torre del Lago Massimiliano Baldini. Al termine della riunione di capigruppo e dopo un discussione con il consigliere della Federazione della Sinistra Emiliano Favilla, che ha affermato come questa sia una questione estremamente marginale rispetto ai problemi della città, il presidente del consiglio comunale Giuseppe Vannucchi avrebbe chiesto se il PD fosse d’accordo nel discutere la questione il 10 settembre, incassando parere favorevole dal capogruppo Martini. Si avvia quindi al termine la vicenda legata alla mancata comunicazione da parte della Romanini, quando era presidente del consiglio, della lettera in cui l’allora ragioniere capo Nieri prospettava la quasi certezza del dissesto del bilancio del Comune. Difficile però che, nonostante gli sgretolamenti interni, la sinistra viareggina non si ricompatti intorno alla figura del vice sindaco, anche dopo le smentite di un suo interessamento ad una carica regionale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento