Presentato il 44° premio ai lucchesi nel Mondo

LUCCA - Presso la Camera di Commercio è stata presentata l'edizione del premio che verrà consegnato il 13 settembre. Di seguito l'elenco di tutti i premiati e le motivazioni.

-

“Questa non è solo una tradizione di facciata da rinnovare, ma un insegnamento e un esempio per le nuove aziende ad affrontare la crisi con rinnovata fiducia” queste le parole del vice Presidente della Camera di Commercio Ademaro Cordoni alla conferenza di presentazione della 44 esima edizione del premio ai lucchesi che si sono distinti all’estero, che come tutti gli anni la Camera di Commercio organizza in collaborazione con l’associazione Lucchesi nel Mondo nel giorno della Santa Croce.
Accanto a Cordoni, la presidente dell’associazione Ilaria Del Bianco ha sottolineato quanto i premiati di tutte le sezioni mondiali, abbiano non solo sostenuto l’economia lucchese nel periodo dell’emigrazione, ma come continuino a farlo attivamente tutt’ora, attraverso le nuove generazioni comunque legatissime alle proprie origini lucchesi e che con la nostra provincia intessono rapporti commerciali o di stimolo per il turismo. Non solo tradizione quindi, ma segnali forti che danno alla premiazione un valore aggiunto, oltre al ringraziamento da parte delle istituzioni per il lavoro svolto da questi concittadini e dai loro discendenti. Questo l’elenco dei premiati e le motivazioni:

Enrique Antonio Andreuccetti

Nato a Mendoza, Argentina, nel 1957, entrambi i genitori avevano origini lucchesi: il padre di

Nave e i nonni materni di Balbano. Consegue la laurea in Ingegneria Elettronica ed Elettricità

presso l’Università di Mendoza e inizia a lavorare per la Athuel Electronica S.A. di Rio Grande,

dove intraprende una brillante carriera fino a diventare Direttore di Produzione. Nel 1990,

richiamato dall’amore per l’Italia ed in particolar modo dalle sue origini lucchesi, si trasferisce,

per un breve periodo, con tutta la famiglia a Lucca, dove frequenta un corso di Italiano e si

perfeziona nell’uso della lingua.

Rientrato in Argentina lavora per l’azienda Famar di Rio Grande e attualmente ne ricopre la

carica di Capo Linea di Produzione e Ingegnere di Processo.

Dal 1984, parallelamente alla carriera professionale, ottiene una cattedra all’Università

Tecnologica Nazionale come professore nelle materie di Tecniche Digitali, Teoria dei Circuiti ed

Elettronica Industriale.

Sergio Casci

Nato a Glasgow, Scozia, nel 1964, profondamente legato alla città di Barga, da dove i suoi

antenati emigrarono in cerca di fortuna.

Laureato in Psicologia all’Università di Edimburgo si specializza in giornalismo all’Università City

di Londra.

Fin da giovane trascorreva le estati in Italia, spesso accompagnato, oltre che dalla famiglia, da

amici scozzesi, affascinati e incuriositi dai suoi racconti e dal documentario “Pesce e Patate”

che con il famoso direttore Don Coutts aveva girato a Barga per la BBC.

Partecipa spesso a conferenze, incontri, eventi sociali, programmi radio e TV in Scozia ed in

Italia per presentare e promuovere le multiforme conquiste degli italiani in Scozia.

La sua famiglia, pur avendo vissuto all’estero per più di un secolo, ha sempre continuato a

parlare italiano.

I film di Sergio, infatti, spesso contengono riferimenti alle sue radici italiane, o sono ispirati

all’Italia e agli italiani, tanto da essere definito ambasciatore dell’Italia. Tra le opere ispirate

all’emigrazione italiana si sottolineano: “American Cousins”, “St Antony’s Day off” e “Pesce

e Patate”. Per i suoi film ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Dal 2013 ha iniziato

una collaborazione con l’Università di Glasgow come docente nella facoltà di Film and Media

Studies.

Silvana Vanni Cipriani

Nata a Coreglia Antelminelli nel 1928. Durante la seconda guerra mondiale si prende cura

di una famiglia di figurinai e, come molti suoi coetanei, guadagna i primi soldi pitturando le

piccole statuine di gesso.

Nel 1954 emigra in America e si stabilisce a Washington D.C. dove inizia a lavorare nel reparto

pellicce del “Woodward & Lothrop”.

Silvana è uno dei membri fondatori dell’Associazione Lucchesi nel Mondo – Tuscany Club di

Washington, fondata nel 1977. Dal 1997 al 2005 ne è stata presidente ed è grazie a lei che

l’associazione vive ancora oggi, poiché negli anni ha saputo tenere uniti i legami e i contatti tra

gli emigrati e le loro famiglie. Tuttora partecipa attivamente alle manifestazioni promosse dal

gruppo, sempre con gioia e dedizione.

Il contributo di Silvana nel sociale si estende, oltre i Lucchesi nel Mondo, nella comunità di

Washington DC per il gruppo Boy Scouts d’America, la chiesa italiana del Santo Rosario e il

festival italiano di Villa Rosa.

Michael J. Giovannetti

Nato a Pieve di Compito nel 1947, a soli 12 anni emigra con un visto studenti e raggiunge

gli zii Adriano e Rosina in America, stabilendosi nella città rurale di Fresno in California,

ma con la speranza di tornare presto in Italia dalla numerosa famiglia che, per ragioni

economiche, era stato costretto a lasciare. Dopo i primi quattro anni, il visto fu rinnovato

permettendogli di conseguire con successo il diploma, di andare all’Università ed infine di

ottenere un lavoro da professore di spagnolo ed italiano. Diventò a tutti gli effetti cittadino

americano, ma conosciuto da tutti come “l’Italiano”, o “il Lucchese”, origine di cui è sempre

stato molto orgoglioso. Dopo essersi sposato con una ragazza di origine Ligure, Michael ritorna

all’università per ottenere un Master in “Educational Leadership” che gli permette di lavorare

come amministratore scolastico, con responsabilità amministrative di direttore didattico e

provveditore scolastico. All’età di 55 anni ottiene la laurea per il dottorato in “Educational

Leadership” alle università di California, Davis e alla California State University, Fresno.

In quest’ultima univerità ottiene una cattedra per il “Master of Arts Degree in Educational

Leadership and Administration”, programma dedicato a preparare amministratori scolastici

per scuole elementari. Successivamente gli viene offerto di lavorare per il Reaissance Group,

un consorzio di università americane dedicate alla preparazione di maestri, professori ed

amministratori. Dopo quasi 42 anni di lavoro in diversi sistemi scolastici nei 50 stati americani,

Michael è andato in pensione per dedicarsi alle attività da sempre ritenute più care: la famiglia

in America e quella in Italia.

Alberto Gonzadi

Nato a Monte S. Quirico, Lucca nel 1933, dopo aver terminato gli studi elementari, a dodici

anni inizia a lavorare come apprendista calzolaio per l’azienda Puccetti di Borgo Giannotti.

Nel 1954 emigra in Australia nella città di Perth dove, sfruttando il mestiere appreso, riesce

a inserirsi come calzolaio per un negozio. Nel 1960 si trasferisce a Darwin ed è qui che,

cambiando totalmente settore, inizia a lavorare per una azienda di idraulica. Il nuovo mestiere

appreso lo porterà a specializzarsi sempre di più fino ad ottenere la licenza di idraulico, che

permette di lavorare in proprio, e l’abilitazione all’insegnamento conseguita nel 1988.

Molte sono le aziene Australiane di idraulica con cui ha modo di lavorare. Tra queste la

Randazzo C. & G. Developments, la Benfranca Nominees Pty. Ltd. e la Venturin Nominees Pty.

Ltd, oltre che incarichi ottenuti dal governo australiano.

Famiglia Manfredi

Tre Lucchesi hanno onorato Lucca e l’Italia in California. Si tratta di due sorelle ed un fratello

della Famiglia Manfredi di Sacramento: Marisa Luchini Manfredi, nata a Maggiano nel 1944;

Rudy Manfredi, nato a Torre del Lago, nel 1952 e Hellen Pierson Manfredi, nata a Sacramento

nel 1956. I genitori erano Giuseppe e Giannina Manfredi di Torre del Lago e di Viareggio.

Nel 1979 le due sorelle ed il fratello rilevarono una piccola compagnia di Ambulanze che

serviva la Contea di Solano, vicino a Sacramento. Con enormi sacrifici ed un costante lavoro la

Medic Ambulance inizia a crescere anno dopo anno. Oggi, 35 anni dopo, la Medic Ambulance

ha 230 impiegati e ben 53 ambulanze, operando sul territorio che va da Sacramento fino a San

Francisco.

La Famiglia Manfredi si è distinta per l’attaccamento alla terra d’origine prendendo parte a

tutte le Associazioni Italiane di Sacramento e partecipando in prima persona a molti eventi.

La loro generosità spazia dalle donazioni ad istituti locali all’offerta delle ambulanze datate ai

paesini poveri del Messico.

Gabriella Mazzantini

Conosciuta come Gaby, nasce a Firenze nel 1942, da una famiglia paterna originaria di

Pietrasanta. Nel 1963 si sposa e si trasferisce in Belgio a Jemeppe, presso Liegi. Oltre ad

occuparsi della casa e della famiglia, lavora come commessa in un supermercato per 39 anni.

Parallelamente coltiva la sua passione per la pittura nell’atelier del maestro André Busin,

seguendo allo stesso tempo vari corsi di specializzazione e coltivando l’interesse per i paesaggi

toscani.

Da quasi 20 anni, esercita la funzione di segretaria nell’Associazione Toscani in Liegi, aderente

alla Lucchesi nel Mondo, ed ogni settembre non manca mai di recarsi a Lucca per sfilare alla

processione di Santa Croce.

Da diversi anni si occupa della redazione del giornalino trimestrale dell’associazione “Pegaso”

divulgando in particolar modo la cultura e le tradizioni lucchesi, quasi sempre in bilingue

italiano-francese.

La predilezione per la città di Lucca, la lucchesia, e per il vernacolo lucchese, le hanno anche

permesso di partecipare a diversi concorsi sul nostro territorio, aggiudicandosi vari titoli.

Dante Prosperi

Nato a Des Moines, Iowa, U.S.A. nel 1919, da genitori emigrati dalla provincia di Lucca.

Subito dopo la seconda guerra mondiale viaggiò in Italia dove trascorse un anno nella casa

dei suoi antenati di Riolo, nel comune di Bagni di Lucca. Questo gli ha permesso di arricchire

ulteriormente la sua conoscenza della lingua, della storia, delle tradizioni e la cultura della sua

famiglia e della provincia di Lucca.

Al ritorno negli Stati Uniti si associò all’azienda di figurinai di famiglia e successivamente iniziò

la propria attività con successo, dando vita alla “The Artco Company”. Ha collaborato con

diversi importanti scultori di St. Louis e con professori universitari di Belle Arti producendo

stampe per figurine di gesso.

Una volta pensionato, iniziò una nuova attività di vendita e acquisto di mobili pregiati, antichi

e oggetti d’arte. Una passione che continua ancora oggi ed in cui è diventato un esperto

riconosciuto in tutta la zona di St. Louis.

Dante Prosperi è socio dell’Italia-America Bocce Club di St. Louis dove mantiene stretti legami

con gli altri Italo-Americani appassionati di questo sport. Dal punto di vista culturale frequenta

spesso le iniziative promosse dall’Italian Club di St. Louis.

Michael Prosperi

Nato a Pinckneyville, Illinois USA nel 1956, nipote di Dante Prosperi, anche lui originario di

Riolo, nel comune di Bagni di Lucca. All’età di 15 anni iniziò a lavorare nella bottega di suo

padre come figurinaio. In seguito intraprese gli studi universitari frequentando la prestigiosa

Washington University della città di St. Louis, specializzandosi in Economia. Una volta

laureatosi aprì un ristorante italiano nella città di Kirkwood, un’importante centro nei pressi di

St. Louis, diventando un locale di successo, frequentato da un’assidua e fedele clientela, con

25 dipendenti.

Michael Prosperi mantiene stretti legami culturali ed economici con la terra dei suoi antenati.

Ritorna spesso in Italia, in particolare a Lucca, per partecipare alla Festa annua di Santa Croce.

Circa 5 anni fa acquistò la casa dei suoi avi in Riolo, occupandosi della ristrutturazione nel

rispetto dell’integrità architettonica dell’esterno del fabbricato. Sebbene continui a vivere e

lavorare a St. Louis, Michael mantiene stretti ed amichevoli rapporti sociali con la comunità

italo-americana della città, partecipando a gare settimanali di bocce.

Robert Rio

Nasce nel 1959 a Melbourne, in Australia. Il padre Enrico Rio, di Capannori, emigrò a

Melbourne nel 1952.

Laureatosi in Ingegneria Industriale all’istituto tecnologico “Swinburne Institute of

Technology”, inizia la sua carriera in importanti aziende come la “Cadbury Schweppes”, la

“Fosters Breweries”, la “Pespi International”, “IBM Computers” e la “Camera di Commercio di

Tokyo”. Dopo queste importanti esperienze, nel 1987 decide di mettersi in proprio acquistando

una piccola compagnia, la “Quality Packaging Services – QPS”. L’azienda si specializza nella

preparazione e imbottigliamento di oli, grassi ecc. per le industrie automobilistiche e per

l’agricoltura. Nel 1994 la QPS si trasferisce in una nuova e grande fabbrica, diventando la più

grande in Australia per questo tipo di impresa.

Nel 2000 stabilisce un’altra compagnia la “Carlton Chemicals” e acquista la “ManPack”

specializzandosi nella manifattura e nella preparazione di una gamma di più di 2000 prodotti

industriali.

Nel 2010 viene fondata l’azienda “Quality Logistics Services Australia” una delle più grandi in

Australia nella distribuzione all’ingrosso di oli. Oggi tutte queste compagnie formano la “Rio

Industrial Group”, con più di 150 operai e situate in quattro stabilimenti, due a Melbourne e

due a Sydney. Con un fatturato di più di $200,000,000 nel 2013.

Robert è socio del Toscana Social Club di Melbourne, di cui il padre è socio fondatore e senza

dubbio ama la lucchesia che visita regolarmente, mantenendo ancora una casa nel centro

storico di Lucca.

Rossana Rodrigues Rossini Camacho

Nata nel 1957 a Marilia, nello stato brasiliano di San Paolo, da famiglia originaria di Lucca.

Delegata di Polizia pensionata. Laureata in Giurisprudenza dal Centro Universitario Euripedes

di Marilia (1980), dove ha anche sviluppato il magistero in giurisprudenza negli anni dal 1984 e

1985. Con specializzazione in violenza domestica contro i bambini e adolescenti dall’Università

di San Paolo (1997) e in Sicurezza Pubblica e Diritti Umani per l’Academia de Policia Civil di

San Paolo. Con esperienza in politiche pubbliche di sicurezza pubblica, cittadinanza e politiche

pubbliche per le donne. Specializzata in giurisprudenza, violenza domestica e familiare. Con

25 anni effettivi di attività nella delegazione delle donne di Marilia, 16 anni di attività presso

il consiglio municipale dei diritti della donna di Marilia, 12 anni di attività presso il nucleo di

appoggio disciplinare della delegazione di polizia di difesa della donna di Marilia, del quale

è ideatrice e 7 anni di attività nell’articolazione dei servizi di attenzione alle donne della

“Rede Mulher” di Marilia. Per il lavoro nella difesa dei bambini e adolescenti ha ricevuto la

decorazione dalla Camera Municipale di Marilia nel 2004, con il titolo di Cittadina Benemerita

Amos Raffaello Pellicci

Nato a Roggio, Comune di Vagli di Sotto, nel 1949, emigra in Gran Bretagna all’età di dodici

anni, nel 1961, con la madre Agnese e il padre Giovanni.

Le prime esperienze lavorative si sono svolte alla “Alfred & Co.” dove si occupava di riparazioni

elettroniche e meccaniche. Seguendo questa vocazione, dopo anni di studio, ottiene il titolo di

ingegnere e successivamente viene assunto dalla compagnia “Sanofi-Aventis”, famoso gruppo

farmaceutico francese presente in tutto il mondo con più di 100.000 collaboratori in più di 100

paesi. Qui riceve l’importante incarico di occuparsi del controllo dei macchinari farmaceutici.

All’interno dell’azienda, grazie alla sua conoscenza della lingua italiana, ha modo di collaborare

con l’ufficio per l’esportazione dei macchinari in Italia, sfruttando le sue conoscenze, non solo

linguistiche, ma anche culturali e del territorio. Grazie a questo incarico incontra importanti

realtà italiane nel campo dell’industria farmaceutica. Tra le più importanti la I.M.A. Libra in

Emilia e aziende di Prato, Bologna e Como.

Eduardo Florencio Poletti Paoletti

Nato a Asuncion Paraguay nel 1965, nipote di Lucchesi emigrati prima in Argentina e poi

trasferitesi in Paraguay. Si è laureato in odontoiatria all’Università Nazionale del Paraguay,

diventandone professore in odontoiatria e presidente del circolo “Odontologos” di stato,

all’interno del quale scrive articoli giornalistici per la rivista ufficiale del circolo.

È presidente dell’Associazione Toscana in Paraguay, creata grazie alla partecipazione di

numerose famiglie toscane ed in particolare dalla famiglia Paoletti. L’associazione organizza

vari eventi, ma quello più importante, in collaborazione con la regione Toscana, è il corso

di Lingua e Cultura Italiana, che permette a giovani di origine toscana residenti all’estero di

dedicare un mese all’apprendimento della lingua e della nostra cultura e di intraprendere un

viaggio alla scoperta delle città più importanti della Toscana.

Eduardo, inoltre, sostiene e presiede la squadra di calcio femminile dell’associazione

paraguayana di calcio ed è membro della società italiana e del circolo sportivo e culturale italo-
paraguayano.

Enrico Tofanelli

Nato a Ponte San Pietro (Lucca) nel 1932, fin da ragazzino viene notato per le sue doti

calcistiche e a 17 anni viene ingaggiato dal Forte dei Marmi. Dopo solo due anni viene

acquistato dal Livorno, dove Enrico arriva a giocare con il campione Armando Picchi. Il

successo prosegue ed Enrico viene ceduto al Brindisi, che allora militava in serie B. Purtroppo è

qui che, a causa di un grave infortunio, è costretto a terminare la sua carriera calcistica.

Dopo questo incidente si trasferì a Chicago, sotto richiesta del ben noto Lucchese il Cavaliere

Umberto Mugnaini che lo integrò, con il ruolo di panettiere, presso la Gonnella Baking

Company; la più grande produttrice di pane italiano con il forno più grande del mondo.

Enrico è rimasto alla Gonnella per ben 30 anni, durante i quali ha ricevuto molti attestati di

riconoscimento, per la sua bravura e per la sua serietà.

Da tanti anni è membro dell’Associazione Lucchesi nel Mondo di Chicago, all’interno della quale

ha sempre partecipato attivamente ed oggi è parte del consiglio di amministrazione. In ambito

sociale, inoltre, fa parte del Club Mazzini-Verdi e dell’Organizzazione Santa Gemma Galgani.

Viola Vannucci

Nata a Bangor in Irlanda del Nord nel 1951, da genitori originari della frazione di Cardoso

nel comune di Gallicano, fin da bambina cresce con le tradizioni e la cultura italiana, grazie

ai nonni ed ai partenti. Ogni anno, durante le vacanze estive, rientra in Italia e ha modo di

conoscere ed amare i suoi luoghi di origine.

L’interesse per la lingua italiana la portano a fraquentare diversi corsi serali fino ad iscriversi

alla Queens University di Belfast dove ottiene la laurea in lingue, specializzandosi in italiano

e francese. Durante gli anni accademici, grazie ad un programma di interscambio, studia per

un periodo all’Università per Stranieri a Perugia. Dopo essersi formata ulteriormente, inizia

ad insegnare il francese e l’italiano all’istituto Saint Louise di Belfast e successivamente al St.

Malachy’s College. Grazie alla collaborazione con la University of Ulster, per il programma FLEX

(Foreing Languages For Export), insegna la lingua italiana a degli uomini d’affari nel loro posto

di lavoro.

Attraverso il suo lavoro organizza feste italiane dove si mangia cibo italiano, si ascoltano

poesie e musica italiana, si canta e si parla dei luoghi e costumi italiani.

È stata presidente dell’Italian Society quando ancora era studente alla Queens University e,

insieme alla sua famiglia, è stata una dei primi membri dell’associazione Lucchesi nel Mondo di

Belfast, dove ora ricopre la carica di vicepresidente.

Ogni anno non manca di ritornare a Cardoso e di partecipare attivamente alle manifestazioni

sul territorio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento