Chianese arma in più contro la Carrarese

CALCIO LEGA PRO - Il rientro a tempo pieno dell'esperto fantasista possibile sorpresa nella Lucchese che attende la visita dei marmiferi di Remondina. Dejori, Boilini e Ferrante le altre novità di Pagliuca.

-

4_10_14__chianese.jpg

Solo un paio di settimane fa Elia Chianese ai nostri microfoni confidava di non avere ancora i 90′ nelle gambe. Già, un paio di settimane fa. Ora conoscendo la caparbietà e la feroce determinazione con cui il 30enne fantasista campano vuol riprendersi il suo spazio, non ci meraviglieremmo affatto di vederlo in campo fin dal primo minuto nella difficile gara interna di domani pomeriggio (ore 14,30) contro la solida Carrarese: gli apuani di Remondina sono imbattuti ed hanno finora sempre pareggiato, sia in campionato che in Coppa Italia. Settimana di alacre lavoro per Guido Pagliuca che tornerà in panchina al Porta Eliia dove manca, causa le ben note squalifiche, ormai da quasi un mese (Lucchese-Savona 2-2 del 14 settembre scorso). Il tecnico rossonero non è rimasto soddisfatto, anzi tutt’altro, della prova di Ferrara, e quindi cambierà perlomeno 3/4 undicesimi rispetto alla deludente squadra che si è esibita sul prato “maledetto” del Paolo Mazza. In attesa del tesseramento di Rajcevic (dovremmo esserci) e del rientro di Strizzolo (ne avrà ancora per un mese e mezzo) vediamo la probabile formazione della Lucchese: Casapieri in porta; Calcagni, Espeche, Calistri e Dejori in difesa; Boilini, Lo Sicco e Nolè a centrocampo; Chianese (o in subordine e in staffetta Santini) alla trequarti; Biasci e Ferrante in attacco. Sarà la quarta gara interna stagionale della Lucchese che di fronte al proprio pubblico ha finora incamerato due pareggi ed una vittoria. Rammentiamo in rapida escursione cronologica il sofferto 0 a 0 nella giornata inaugurale con il modesto Santarcangelo, l’altrettanto sofferto nonchè rocambolesco 2 a 2 con il Savona ed infine la vittoria di misura ma meritata sul Pontedera grazie ad un’autorete su cross dalla destra di Calcagni. Ecco, ripartire da lì non sarebbe male…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento