Elevate concentrazioni di tallio nell’acqua

VALDICASTELLO - Un geologo dell'università di Pisa ha rilevato un' elevata concentrazione di un metallo potenzialmente pericoloso, il tallio, nell'acquedotto di Valdicastello.

-

Il sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi ha dovuto emanare un ordinanza di non potabilità dell’acqua per la frazione di Valdicastello fino a data da destinarsi. L’atto è stato necessario a seguito della scoperta, da parte di un geologo dell’università di Pisa di una concentrazione consistente di tallio nelle acque dell’acquedotto. Il tallio è un minerale presente nelle falde acquifere in prossimità di miniere di argento o Bauxite ed in elevate dosi viene utilizzato anche come topicida. In Europa però non esiste una normativa che imponga analisi specifiche per individuare le concentrazioni di questo metallo negli acquedotti. L’ ASL, una volta ricevuta la segnalazione da parte del geologo ha effettuato rilievi autonomi, riscontrando i medesimi risultati ed informando il sindaco, che in quanto garante della salute pubblica ha dovuto emettere questa ordinanza cautelativa. Per informare i cittadini di quanto stava accadendo, lunedì sera è stata organizzata un assemblea pubblica, a cui era presente, oltre al geologo che ha effettuato la scoperta, anche personale di Gaia e lo stesso sindaco

Lascia per primo un commento

Lascia un commento