Impatto ambientale assi viari, ok della Provincia

LUCCA - La Provincia ha formulato il parere sull'impatto ambientale degli assi viari: l'opera è stata giudicata compatibile in termini ambientali, purché vengano effettuate alcune modifiche.

-

Assi viari, Palazzo Ducale ha detto sì. La Provincia ha formulato il parere sull’impatto ambientale della nuova viabilità sulla piana: l’opera è stata giudicata compatibile in termini ambientali, purchè vengano effettuate alcune modifiche che ne limitino l’impatto sul territorio e sul contesto paesaggistico.
La valutazione è stata trasmessa da Palazzo Ducale al Ministero delle Infrastrutture, ad Anas e alla Regione Toscana per il successivo inoltro al Cipe.
Per quanto riguarda le modifiche, in dettaglio, la Provincia chiede l’eliminazione del cavalcavia della zona industriale di S. Pietro a Vico e di quello di Pieve S. Paolo e del sottopasso che supererebbe l’acquedotto del Nottolini sull’asse est-ovest perché ritenute opere troppo impattanti.
Si chiede inoltre che il tracciato rientri nei corridoi urbanistici delle rispettive amministrazioni interessate; l’abbassamento della quota dei rilevati; un maggior numero di intersezioni con la viabilità esistente; una migliore integrazione del tracciato col contesto paesaggistico-territoriale; una revisione geometrica della rotatoria di Antraccoli; la possibilità di reinserire il collegamento da Antraccoli a Carraia; nonché la salvaguardia effettiva del reticolo idraulico e dei pozzi esistenti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento