Silenzio, ora parla solo il campo

CALCIO LEGA PRO - Si acuisce la crisi della Lucchese reduce da tre sconfitte consecutive. Il presidente Bacci annuncia il silenzio stampa a tempo indeterminato, forse addirittura per tutta la stagione per Pagliuca e i giocatori.

-

14_10_14__lucchese.jpg

Uno…due…e tre. Eccole riassunte in pochi secondi le ultime tre partite della lucchese coincise con altrettante sconfitte che fanno male alla classifica e al morale. Tre ko che hanno un minimo comune denominatore: ovvero la disinvoltura con cui gli avversari hanno saputo approfittare delle ridondanti distrazioni difensive e la difficoltà ormai acclarata della squadra di Guido Pagliuca di trovare la via della rete. La Lucchese non segna da oltre 300′ e l’ultimo gol, o meglio autogol, è quello segnato contro il Pontedera. Numeri impietosi per Nolè e compagni che nelle ultime cinque partite hanno raccolto una sola vittoria ma ben quattro sconfitte, segnato quattro reti ma ne hanno subìte ben otto. Insomma un clima che come quello meteorologico di questi pazzi giorni di metà ottobre non lascia affatto tranquilli. Nel frattempo già da lunedì la squadra ha ripreso la preparazione. C’è infatti da preparare il prossimo severo impegno che sabato (ore 14,30) vedrà calare al Porta Elisa il forte, quotato e blasonato Ascoli di Perez. Contro i marchigiani un pò tutti si aspettano una prova d’orgoglio e di carattere della Lucchese, ma questo in realtà ormai purtroppo lo diciamo (e lo speriamo) da diverse settimane. Difficile prevedere anche particolari rivoluzioni anche perchè, volenti o nolenti, gli uomini sono quelli. Ed anche un cambio di modulo conoscendo Pagliuca ci sembra assai improbabile. E allora visto che continua il silenzio stampa speriamo davvero che stavolta a parlare, e in termini lusinghieri, sia soprattutto il campo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento