Un futuro incerto, tanti problemi

VIAREGGIO - Sono partiti i 20 giorni a disposizione del sindaco di Viareggio Leonardo Betti per ricucire la maggioranza ed evitare il commissariamento completo del Comune.

-

I vertici del Partito Democratico hanno dato il loro completo appoggio al primo cittadino.
Il Pd è al fianco del sindaco Betti – ha detto il senatore Andrea Marcucci – lavoriamo affinchè possa ricostituirsi una maggioranza in grado di gestire una situazione delicatissima”.
A Marcucci si è aggiunto il segretario del Pd toscano Dario Parrini, che ha affermato come sia stato il centrodestra a ridurre il Comune sul lastrico.
La senatrice Granaiola, più volte in disaccordo con Betti, ha sottolineato come questa decisione sia arrivata ormai quasi fuori tempo massimo e che adesso per il governo della città bisogna puntare su persone capaci e con competenze provate.
Duro il commento delle opposizioni. Per Alessandro Santini di Forza Italia sindaco e città sono stati messi sotto tutela dal Partito Democratico Toscano, spaventati dall’incapacità di un sindaco che colo pochi giorni fa aveva detto che non si sarebbe mai dimesso.
Per Massimiliano Baldini il sindaco deve subito far sapere se ha le condizioni per affrontare il dissesto, altrimenti questa agonia deve cessare.
Per Rossella Martina la terza giunta Betti rischia di essere molto simile ad un carrello dei bolliti.
Infine Sel. Sinistra ecologia e Libertà segue con attenzione il tentativo del sindaco ma rimane pronta in qualsiasi momento a far staccare la spina, se
necessario anche attraverso le dimissioni con il resto delle opposizioni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento