Viareggio, appello per un “governo della città”

VIAREGGIO - Rossella Martina lancia un appello alle forze politiche: "no ad una campagna elettorale di false promesse, uniamo le forze per salvare la città dal baratro".

-

Un governo della città che veda unite la forze politiche per far uscire Viareggio dalla fase più drammatica della sua storia. Questa la proposta lanciata nel corso dello Speciale Tg Noi Dido di ieri sera dall’ex consigliere Rossella Martina in vista delle prossime elezioni comunali. “No ad una campagna elettorale di false promesse – ha detto la Martina – uniamo le forze per salvare la città dal baratro”.
Proposta accolta con interesse da Simone Traina di Sel e da Giuseppe Dati del Pd, che però non si sono sbilanciati sulla sua effettiva concretizzazione.
Nel corso della trasmissione il neo commissario del Pd viareggino non si è accalorato nella difesa del sindaco uscente Leonardo Betti, accreditando di fatto la tesi che anche gran parte del partito abbia vissuto con sollievo la fine del suo mandato.
In realtà quanto accaduto è una batosta per tutta la politica locale. E i cittadini ormai si sostituiscono alle istituzioni per difendere diritti che dovrebbero essere sacrosanti, come quello all’istruzione, in vista del possibile passaggio delle scuole materne allo Stato. Come ha raccontato Alice Lepore, del gruppo ‘Viareggio unita per il diritto all’istruzione’, accusando l’ammnistrazione uscente di non aver mai fatto chiarezza sulla situazione delle scuole.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento