Gianolla, quando vale la legge dell’ex

BASKET A1 DONNE - Il Gesam Le Mura battuto in casa (58-60) dal San Martino Lupari trascinato da una grande Gianolla. Tra le biancorosse ha pesato l'assenza di Kayla Pedersen. Domenica prossima trasferta insidiosa a Cagliari.

-

18_11_14__le_mura.jpg

Ma allora la legge dell’ex vale anche nel basket femminile ? Certo che sì. Ne sa qualcosa, purtroppo, il Gesam Gas Le mura che incamera una bruciante sconfitta interna e di misUra (58-60) per mano (piuttosto calda) del sempre più sorprendente San Martino di Lupari dell’ex-terribile) Angela Gianolla. Già proprio lei, l’esperta playmaker che mai avevamo visto così pimpante e precisa, quasi chirurgica, nella sua pur breve esperienza lucchese. La Gianolla e le sue micidiali triple (17 punti per lei) ma anche la superiore stazza fisica (vedi rimbalzi catturati dalle venete, quasi il doppio) hanno fatto la differenza. E qui l’assenza di una giocatrice del calibro di Kayla Pedersen si è fatta sentire, e non poco. Gara tuttavia vissuta e scivolata via sul filo dell’equilibrio come testimoniano i parziali dei vari minitempi: 15-17, 31-29, 42-46. Si gioca punto a punto (vantaggio massimo di 8 punti per le ospiti) e fino alla sirena finale Lucca spera di farcela. Doppio tecnico ed espulsione per un nervoso coach Diamanti. Templari, Komplet e Milic le migliori del Le Mura che ha avuto invece capitan Crippa sottotono ma che soprattutto perde la sfida diretta per il terzo posto. Il Gesam Gas cercherà riscatto sul campo del Cus Cagliari: sarde quest’anno determinate a farsi spazio nei quartieri nobili della classifica che vede Ragusa solitaria in testa e Schio costretto ad inseguire. E anche questa è una gran bella novità.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento