Montecarlo, sindaco e dirigente aggrediti in Comune

MONTECARLO - Il sindaco e un dirigente assediati in municipio da due famiglie accusate di abuso edilizio. E' accaduto a Montecarlo.

-

Il sindaco e un dirigente assediati in municipio da due famiglie accusate di abuso edilizio. E’ accaduto a Montecarlo e la vicenda è quella di Poggio Baldino, area dove un gruppo di persone di origini sinti ma cittadine italiane a tutti gli effetti si sono insediate con prefabbricati realizzati in maniera illegale su terreni agricoli. Sabato, dopo una lunga trafila burocratico – amministrativa, l’Enel ha staccato l’energia elettrica ed allora è partita la spedizione in Comune, con le due famigli che hanno prinmo circondato e minacciato il dirigente intimandogli di redigere un provvedimento per riallaciare l’Enel, poi sono entrati anche nell’ufficio del sindaco Fantozzi, strappandogli di mano la cornetta mentre stava per telefonare al 112. Fantozzi lunedì si recherà in Procura per sporgere denuncia.
“Che queste persone siano di etnia sinti o meno non è di nessun interesse – spiega il sindaco – qui la cosa grave è che c’è una violazione palese della legalità che non è possibile tollerare. Oltre che insediarsi abusivamente queste famiglie hanno pure strappato i sigilli di sequestro preventivo della Procura per continuare i loro lavori. Il danno più grave di queste situazioni è che poi i cittadini, vedendo queste cose impunite, non credono più nelle istituzioni”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento