Sequestrano le impiegate e rapinano la Posta

LUCCA - Rapina alle poste di via delle Ville all'Acquacalda. Due malviventi hanno rinchiuso nel bagno le impiegate e sono fuggiti. Bottino da 60.000. Caccia all'uomo da parte delle forze dell'ordine.

-

Momenti di paura per le impiegate delle poste dell’Acquacalda a Lucca. Poco dopo l’orario di chiusura, due malviventi hanno fatto irruzione nell’ufficio, rinchiudendo le tre impiegate nel bagno per poi arraffare il denaro del bancomat e degli sportelli e fuggire. Come raccontato agli agenti di polizia dalle impiegate appena liberate, ancora sotto shock, erano da poco passate le due del pomeriggio e mentre la direttrice e una collaboratrice stavano accingendosi a caricare di denaro lo sportello bancomat, un uomo con il volto travisato con un casco da motociclista ha forzato una delle porte di entrata e ha spintonato le due impiegate. Dietro di lui il complice, anch’esso con il casco indosso, che ha intimato alle donne di entrare nel bagno, chiudendo poi il locale a chiave. L’allarme è stato dato da alcuni testimoni della scena che hanno chiamato il 113 e allertato i responsabili delle poste. Giunti sul posto insieme agli agenti, i funzionari erano però sprovvisti di duplicati delle chiavi e si è reso necessario forzare la porta con un piede di porco per liberare le tre donne, visibilmente provate dall’esperienza. Secondo le prime testimonianze i due malviventi parlavano un italiano senza accenti particolari e sarebbero fuggiti in direzione del centro storico. Ancora in fase di conteggio l’ammontare del bottino, che sembrerebbe aggirarsi intorno ai 60 mila euro.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento