Tagli alle cooperative negli asili di Lucca?

LUCCA - Gli effetti dei tagli del Governo stanno spingendo il Comune di Lucca a rivedere le spese in vari settori. Il primo allarme arriva dal settore scolastico.

-

asilo-nido.jpg

Due settimane fa la conferenza stampa con la giunta al completo per dire: “i tagli del Gorverno ci hanno messo in ginocchio, dovremo prendere provvedimenti anche noi”. Negli ultimi giorni l’amministrazione Tambellini sembra aver già cominciato il lavoro di spending review. L’allarme arriva dal settore scolastico. In particolare negli asili nido dove il progetto è quello di ridurre l’orario del personale ausiliario che lavora per una cooperativa. Secondo il racconto di alcune lavoratrici che ci hanno contattato la disposizione è già attiva, secondo l’assessore Ilaria Vietina e i sindacati sarebbe un’ipotesi su cui le parti si stanno confrontando. “La situazione ci impone dei tagli – ci ha spiegato il vicesindaco -, ma vogliamo comunque salvaguardare servizi e lavoratori”. Di sicuro le conseguenze dirette o indirette ci sono già nel settore cultura, dove i sei dipendenti della cooperativa che lavorava al Museo del Fumetto e a Palazzo Guinigi sono attualmente a casa. “Il Museo del Fumetto si dice sia chiuso per inventario – ci ha spiegato Michele Massari della Cgil -, speriamo sia la verità ma nel frattempo queste persone sono senza stipendio. Attendiamo un incontro con il sindaco, ma siamo pronti a chiedere la cassa integrazione”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento