Tallio, acqua ancora non potabile

PIETRASANTA - Potrebbe essere eliminato entro questa settimana il pericolo dell'inquinamento da tallio nell'acquedotto del centro storico di Pietrasanta.

-

Lo riferisce il gestore idrico Gaia, ricordando che è stato bloccato l’approvigionamento dalla conduttura dove il metallo si era depositato.
In sostanza, in questi giorni la rete idrica sta smaltendo l’acqua inquinata già presente e contemporaneamente nelle condutture sta arrivando solo acqua non inquinata. Si tratta quindi di aspettare 4-5 giorni, quando le analisi presumibilmente potranno dare il via libera di nuovo all’uso potabile dell’acqua. Poi bisognerà intervenire sulla conduttura incrostata da tallio. Si tenterà prima di ripulirla con getti ad altissima pressione. Se questo sistema non funzionerà, allora si procederà alla sostituzione della conduttura, lunga circa due chilometri. La spesa complessiva per Gaia si aggira su due milioni di due milioni di euro, comprendendo anche i cinque chilometri di acquedotto da sostituire a Valdicastello.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento