Tallio: via libera all’indagine epidemiologica

PIETRASANTA - Dopo la richiesta da parte del Comune, la Regione Toscana ha dato incarico all’ARS (Agenzia Regionale per la Salute) di realizzare un'indagine epidemiologica sulla popolazione di Valdicastello.

-

L’indagine epidemiologica sulla popolazione di Valdicastello per capire gli effetti della contaminazione da Tallio si farà. La notizia è ufficiale ed è stata annunciata dal Comune di Pietrasanta. La Regione Toscana ha dato incarico all’Agenzia Regionale per la Salute di gestire ed effettuare l’indagine sui residenti della frazione pietrasantina che ormai dall’inizio di ottobre non utilizzano più l’acqua del rubinetto dopo la scoperta di livelli superiori alla norma del Tallio, un minerale presente nelle falde acquifere in prossimità di miniere.
Il tavolo tecnico per l’organizzazione dell’indagine si terrà questo venerdì a Firenze. Il Comune di Pietrasanta ha invitato i cittadini interessati ad attendere i primi riscontri delle procedure che saranno definite per essere sottoposti gratuitamente alle analisi previste. In questo periodo Emilia Bramanti, ricercatrice del CNR, aveva già avviato un’indagine raccogliendo urine e capelli ad alcuni volontari, ma l’amministrazione comunale ha voluto ribadire che “l’indagine epidemiologica dell’Agenzia Regionale sarà l’unico strumento valido e scientifico di certificazione degli effetti della contaminazione sulla popolazione”.
Per quanto riguarda la situazione nelle altre zone di Pietrasanta, dove rimane in vigore l’ordinanza di non potabilità, le analisi effettuate in questi giorni hanno dato buoni risultati, ma “prima di revocare l’ordinanza – ha spiegato il sindaco Lombardi – voglio garanzie massime”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento