E’ di una ragazza versiliese il corpo ritrovato

VIAREGGIO - E' stata identificata dai carabinieri e dai familiari la ragazza trovata senza vita ieri pomeriggio nelle acque del porto di Viareggio. Si tratta di una trentenne residente in Versilia.

-

Le forze dell’ordine e la famiglia hanno chiesto di non diffondere il nome.
Gli inquirenti confermano che dalla prima ricognizione effettuata sul corpo della ragazza, avvenuta presso l’obitorio dell’ospedale Versilia, non appaiono segni di violenza, come era già risultato nel pomeriggio stesso di domenica. Per la mattina di mercoledì 31 dicembre dovrebbe essere effettuata l’autopsia da parte del medico legale Stefano Pierotti. Oltre ad una tragica fatalità, al momento non si esclude l’ipotesi di una scelta estrema da parte della donna, che si sarebbe trovata in acqua da qualche giorno.
A disporre l’esame autoptico è stata la Procura della Repubblica di Lucca; il sostituto Procuratore Enrico Corucci ha aperto un fascicolo sull’episodio per accertare se si sia trattato di un suicidio, di un incidente o di una morte legata ad un eventuale episodio violento. Solo dopo questo esame ulteriore si potrà capire se la ragazza abbia subito eventuali violenze.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento