Identificati gli autori della rapina a Pippo Marchioro

CAMAIORE - I carabinieri hanno arrestato un 44enne di Viareggio e denunciato altri due uomini ritenuti responsabili della rapina ai danni dell'ex allenatore del Milan, avvenuta nell'agosto del 2013.

-

Il fatto aveva scosso l’intera Versilia, per la violenza e perché lo sfortunato protagonista era stato un personaggio molto conosciuto come Pippo Marchioro. I carabinieri individuato gli autori della rapina avvenuta la sera del 21 agosto 2013 ai danni dell’ex allenatore del Milan e della moglie. I militari hanno arrestato Gennaro Buonavoglia, 44 anni, originario di Napoli ma da tempo residente a Viareggio e denunciato a piede libero due persone: un viareggino e un tunisino. Quella sera, tre individui travisati e armati attesero il ritorno a casa dei coniugi che, al rientro dal mare, presso la loro abitazione sulle colline di Camaiore, parcheggiata l’auto, vennero affrontati dai tre che sotto la minaccia delle armi, li imbavagliarono, bendarono e legarono con del nastro adesivo prima di rubare oro e argenteria. Le indagini dei carabinieri si sono concentrate sulle tracce lasciate dai malviventi sulla refurtiva che molto incautamente la banda aveva venduto presso un Compro Oro della zona. Dopo aver ristretto il cerchio ad alcuni soggetti già dediti a furti e rapine, il DNA ha confermato la compatibilità dei profili biologici presenti sui guanti e sul nastro adesivo utilizzato da uno dei malviventi con il profilo biologico di Gennaro Buonavoglia. Le analisi genetiche effettuate dai Ris di Roma hanno così fatto scattare a suo carico la misura cautelare disposta dal Tribunale di Lucca, mentre gli altri due autori sono al momento denunciati a piede libero.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento