Le Mura un pò Dr Jeckyll ma anche Mr Hyde

BASKET A1 DONNE - Seconda sconfitta consecutiva per le biancorosse di coach Mirko Diamanti battute di misura (56-54) dalla non irresistibile compagine partenopea dell'ex-Meri Andrade. E domenica arriva il forte Umbertide.

-

La gesam Gas Le Mura subisce una sconfitta a dir poco bruciante sul campo del volenteroso ma modesto Saces Dike Napoli, e così perde anche l’imbattibilità stagionale lontano dal Palatagliate. Seconda battuta d’arresto consecutiva per le biancorosse che oltre ai problemi tecnici hanno palesato soprattutto limiti di tenuta nervosa e di concentrazione. Non si può pedere infatti, e non si spreca, dopo aver avuto approccio perfetto e aver dominato la gara fino ad un eloquente 34 a 9 che avrebbe stordito anche un toro. Ma a rimettere in piedi, e in partita, le partenopee ci ha pensato la squadra di Diamanti capace di subìre un controparziale di 17 a 1. Incredibile ma vera la versione camaleontica (alla rovescia) di Lucca che deve soffrire il ritorno delle padrone di casa. Il pubblico da una parte e la paura dal’altra (infarcita anche da un pizzico di sfortuna) fanno il resto regalando a Napoli una vittoria (56-54) perlomeno insperata. Sul piano individuale da salvare le prove di Crippa e in parte di Milic e Pedersen. In classifica Le Mura scivola al sesto posto con due sole lunghezze di vantaggio sullo stesso Napoli e Battipaglia. Insomma una zona playoff non più sicurissima. E domenica prossima si torna in casa; sale a Lucca il forte Umbertide, terza forza del campionato e che ha battuto di slancio nientemeno che lo Schio campione d’Italia. Ci vorrà una prova di grande orgoglio e di assoluta sostanza per battere sia le umbre che il tabù-Palatagliate

Lascia per primo un commento

Lascia un commento